• Curare le piante: come far sopravvivere l'albero di Natale

    Qualche consiglio per mantenere in vita queste piante ornamentali, anche se non si ha il pollice verde

    Curarelepiante_comefarsopravviverelalberodinatale

    [20-12-2012]  Come da tradizione nel giorno dell'immacolata ci si dedica alla decorazione dell'albero di Natale. Un'usanza che per alcuni è resa ancor più suggestiva dalla scelta di un albero vero, peccato però che spesso queste povere piante ornamentali sono destinate a sopravvivere giusto il tempo delle feste, per poi essere buttate una volta assolta la loro funzione.
    Vediamo quindi come conciliare la buona pratica di curare le piante domestiche con l'atmosfera natalizia. Bisogna ammettere che garantire la sopravvivenza all'albero di Natale non è proprio semplice, a maggior ragione per chi non ha il pollice verde. Tanto più se si tratta di specie vegetali di piante come gli abeti abituate ai climi freddi, mentre nelle nostre case la temperatura media si aggira intorno ai 20 gradi.
    Il primo aspetto da considerare per curare le piante al meglio sono le necessità fisiologiche dell'esemplare prescelto, quindi luce, irrigazione, temperatura... un altro fattore determinante è poi la presenza delle radici, che ne assicurerà la sopravvivenza. L'ideale sarebbe piantare il nostro albero nello spazio verde domestico, in capienti vasi da giardino o in piena terra; se invece non si possiede un giardino si potrà optare per il terrazzo o una stanza interna, preferibilmente non riscaldata. Posizionarlo accanto al caminetto acceso è più suggestivo ma significherebbe farlo soffrire! Senza contare il rischio di possibili incendi, dal momento che i rami sono ricchi di resina. Se si vuole posizionare l'abete in salotto, per evitare di stressare la pianta sarà bene abituarla gradualmente alla temperatura interna, acquistandola con un po' di anticipo. Attenzione poi alle misure: bisognerà infatti garantire al nostro albero uno spazio vivibile in rapporto alla sua mole.
    Curare le piante in giardino non richiede molte attenzioni: basterà stare attenti che il terreno non asciughi troppo. Diverso è il caso se le nostre piante ornamentali vere sono in casa. Sarà bene posizionare l'albero, abete o pino che sia, in un luogo luminoso, magari vicino ad una finestra, e garantirgli una irrigazione periodica. Può inoltre essere utile posizionare dell'argilla espansa sempre pregna di acqua alla base del portavaso. Inoltre può essere utile vaporizzare la chioma per evitare che i rami secchino troppo.
    Con un po' di attenzione e cura il nostro albero arriverà ancora in salute alla fine delle feste. Una volta tolti tutti gli addobbi, si può mettere a dimora in piena terra oppure tenere in capienti vasi da giardino sul terrazzo. È importante in ogni caso scegliere bene la posizione dell'albero, considerando che queste piante possono raggiungere i 20 metri di altezza. Se poi proprio non si può tenerlo è possibile portarlo in un apposito centro di raccolta o ad un vivaio.


    Alessandro Veronesi
    by Sologiardino.it, una guida utile per curare le piante ornamentali

    Per rendere più semplici i lavori in giardino:
    i tubi da giardino brevettati NTS sono gli unici che non fanno nodi

    Sep-left
    COMMENTA QUESTO ARTICOLO

    ...torna all'elenco

    Sep-left