• Consigli per un prato bellissimo: come tagliare l'erba

    Un'operazione fondamentale per avere un manto erboso in buona salute

    Consigliperunpratobellissimo_cometagliarelerba

    [11-06-2013] Come abbiamo già ricordato più volte nel nostro blog di giardinaggio, per avere un bel manto erboso, uniforme e lussureggiante, occorre una costante manutenzione. Tanto più che con la bella stagione l'erba comincia a crescere più velocemente richiedendo tagli frequenti; quando poi il clima si fa più torrido, occorre anche assicurare al prato un'irrigazione costante, operazione da eseguire il mattino presto o la sera tardi, avvalendosi di tubi per l'irrigazione che non fanno nodi.
    Detto questo, oggi vedremo come tagliare l'erba correttamente, indicando alcuni utili accorgimenti. Affrontando i consigli per un prato bellissimo, bisogna dire che questa operazione è fondamentale per avere un manto erboso in buona salute. In linea generale si può dire che in primavera è necessario tagliare l'erba almeno una volta a settimana: così facendo si rinforzerà il manto erboso, ostacolando la proliferazione delle erbe infestanti. Se per contro l'erba dovesse crescere eccessivamente, tenderà ad apparire invecchiata alla base. L'altezza e la frequenza del taglio dovranno essere commisurati ad ogni tipo d'erba: così mentre per varietà come il Lolium perenne è sufficiente procedere una volta a settimana, per qualità come l'Agrostis palustris bisognerà ripetere l'operazione tre volte a settimana.
    Premesso che il primo taglio dopo la semina del prato va fatto quando il manto erboso è sufficientemente forte, si procederà partendo dalle aree più esterne per poi proseguire verso l'interno, a mo' di serpentina. Per aggirare gli ostacoli come aiuole, alberi e arbusti, potrà essere utile avvalersi di un tagliabordi. Prima di cominciare sarà inoltre bene controllare che il nostro rasaerba abbia la lama affilata e che l'altezza del taglio sia costante. È bene poi non tagliare l'erba quando è bagnata o il terreno è molto umido, privilegiando le ore pomeridiane, quando non c'è la rugiada. Infine, qualora non fosse possibile tagliare il prato con la frequenza necessaria, si può ricorrere all'applicazione del trinexapac ethile, una sostanza che riduce la crescita dell'erba, mantenendo i suoi effetti per circa 30 giorni.

    Alessandro Veronesi
    by Sologiardino.it, consigli per un prato bellissimo: come tagliare l'erba

    Il segreto del bravo giardiniere per la cura del prato:
    scegli i tubi per irrigare NTS, gli unici che non fanno nodi

     

    Sep-left

    COMMENTI DEI LETTORI

    [ 17-04-2014 ] Luigi
    Irrigazione solo e soltando al mattino .. non la sera tardi !

    [ 20-05-2014 ] Sologiardino.it
    Buongiorno. In verità è pratica diffusa e corretta irrigare anche la sera, per chi non può farlo la mattina presto. E' vero però che di sera c'è una maggiore probabilità che si crei un ristagno d'acqua, che teoricamente può favorire l'insorgere di malattie nell'erba. Grazie al nostro lettore per la precisazione.

    Sep-left
    COMMENTA QUESTO ARTICOLO

    ...torna all'elenco

    Sep-left