• I lavori in giardino di gennaio

    Poche ma importanti operazioni di manutenzione

    Ilavoriingiardinodigennaio1389689585

    [14-01-2014] Gennaio è il mese più freddo dell’anno ed anche se il giardino in questo momento è in pieno riposo e le temperature non invitano certo ad uscire, sarà bene comunque non trascurare la manutenzione. Innanzitutto è necessario eliminare i residui di rami secchi e della vegetazione morta quindi foglie, fiori, erba… particolare attenzione va riservata alla coltre di foglie che spesso di accumula sopra il manto erboso, dal momento che limita la traspirazione del prato e incentiva la proliferazione di malattie fungine e muffe. Oltre allo spazio verde esterno poi, non vanno trascurati la serra e il balcone, che necessitano allo stesso modo di un’accurata operazione di pulizia rimuovendo la vecchia terra e lavando i contenitori in plastica per ostacolare la formazione di funghi.
    Nelle zone dove il clima è più mite, è inoltre possibile intervenire con delle potature sugli alberi e gli arbusti che fioriscono a tarda primavera. Meglio invece lasciar stare specie quali camelie, gelsomini, azalee… tutte quelle piante cioè che si preparano all’imminente produzione dei fiori e spesso hanno già emesso le gemme.
    Tra le altre attività del mese, non vanno trascurate le concimazioni con prodotti perlopiù a base di potassio e fosforo. Sarà utile inoltre arricchire il terreno con un fertilizzante a lenta cessione ricco di azoto. Tutte queste operazioni, oltre ad essere necessarie per mantenere in ordine il nostro spazio verde, predisporranno il risveglio primaverile. È anche il momento di ripensare alla progettazione del giardino creando ad esempio nuove aiuole. Già perché siamo ancora in tempo, se non l’avessimo fatto in autunno, per piantare i bulbi a fioritura primaverile come giacinti, crochi tulipani, narcisi… Un’altra idea per dare un tocco di colore è poi quella di piantare delle viole, che sono molto resistenti alle basse temperature.
    Ma passiamo all’orto. Tra le altre cose, qui bisogna eliminare i residui degli ortaggi che hanno esaurito la produzione nonché vangare il terreno aggiungendo del concime ed eventualmente della sabbia silicea. Al pari del giardino, anche nell’orto si predispone una nuova fase per cui, una volta studiata la disposizione di nuove colture, si potranno acquistare le sementi. Si possono inoltre già seminare in ambiente riparato ortaggi come rucola, valerianella e ravanello rosso. Prosegue invece la raccolta dei cavoli invernali e dei porri.

    Nicole Ghedini
     

    Sep-left
    COMMENTA QUESTO ARTICOLO

    ...torna all'elenco

    Sep-left